La vita moderna può sembrare estenuante. Gli aspetti frenetici, sempre attivi e sempre connessi possono lasciarti sentirsi esausto, bruciato e incapace di andare avanti.

E a volte è facile dimenticare che i problemi naturali possono essere risolti con semplici soluzioni naturali.



E più ti senti allineato con una particolare soluzione, meglio sarà Lavoro per te.

Quindi per darti un vasta gamma di modi possibili per far fronte a stress, ansia e depressione ho chiesto ad esperti in una serie di aree quali sono i loro metodi spirituali preferiti.

Gli esperti presenti includono psicologi, consulenti per la gestione dello stress, sacerdoti, pastori, lettori di tarocchi, insegnanti di yoga, esperti di meditazione e altro ancora

Ecco 43 semplici modi per far fronte a stress, ansia e depressione;

Quali sono i tuoi modi spirituali preferiti per gestire lo stress, l'ansia e la depressione?

Laura Saltman

1) Fai una vacanza visiva.

Questo è diverso dalle vacanze virtuali in quanto stai usando la tua mente e il tuo corpo piuttosto che la tecnologia per visitare un luogo sicuro, tranquillo, esotico o avventuroso.

In una stanza tranquilla, chiudi gli occhi, fai un respiro profondo e inizia a trovare quel luogo perfetto da visitare.

Quindi, una volta arrivato, è il momento di provare le emozioni di cosa vuol dire fare kiteboard, visitare l'Arco di Trionfo o rilassarsi pigramente sulle acque blu del mare.

La scienza sta iniziando a dimostrare che non è necessario svolgere effettivamente un'attività affinché abbia un effetto non solo sui livelli di stress ma anche sul sistema immunitario.

2) Tocca, tocca, tocca

Tap # 1 – Tap Dance (o qualsiasi tipo di ballo) ha dimostrato di essere efficace sia nella gestione del dolore che nella riduzione dello stress.

Guarda tutti i video online di mamme in travaglio che ballano una tempesta. Quindi allacciati delle scarpe e fingi di essere il re/regina del tip tap della tua città.

Tap #2 – EFT (Emotional Freedom Technique) alias tapping sta diventando sempre più popolare nel mainstream.

Utilizzi le dita per toccare specifici punti meridiani del corpo mentre parli di emozioni, frustrazioni e traumi.

Tocca n. 3 – Attingi al tuo intuito. Tenere un diario è una delle attività più antistress che puoi intraprendere perché lascia uscire tutte le paure, i dubbi, le preoccupazioni e le emozioni positive che stai provando.

Usa il tempo per far emergere vecchie ferite, sogni perduti, ma anche per creare post su ciò che vuoi creare dopo nella tua vita che sia felice e positivo.

Sarai sorpreso da tutte le cose che hai dimenticato di ricordare della tua vita, delle tue speranze e dei tuoi sogni.

3) Parla da solo

Il lavoro allo specchio è una tecnica collaudata per lo stress. Mettiti in bagno (o in qualche altro specchio) e inizia a parlare ad alta voce con la persona che vedi. Cosa ti piace di te?

Fai finta di essere il tuo migliore amico, la cheerleader per eccellenza e vedi te stesso nel modo in cui ti vedono, come perfettamente imperfetto.

Costruisci te stesso come meriti. Se non funziona, attiva Cheer su Netflix e usa un po' di Jerry mat per parlare su te stesso. Puoi farlo! Vai tu!

4) Segui un programma spirituale

Molti di noi sono intrappolati in un ciclo in cui non possiamo andare a lavorare. Ma piuttosto che passare il tempo a lavorare su una pratica spirituale, siamo catturati in un loop di TV e contenuti digitali.

Di seguito è riportato un programma da utilizzare durante la quarantena con un risultato molto migliore.

  1. Svegliati. Prega/Medita.
  2. Fatti il ​​letto. Dà un senso di calma e non ingombra.
  3. Fai una colazione sana.
  4. Tai Chi o Yoga o un altro tipo di esercizio di movimento.
  5. Lavora, ma solo su cose che ti ispirano non per paura.
  6. Fai un pranzo o una colazione salutare.
  7. Medita (per almeno 20 minuti)
  8. Lavora su un progetto o fai alcune chiamate ad amici/famiglie. Niente che porti stress.
  9. Balla, ridi o vai a fare una passeggiata/corsa.
  10. Mangia una cena sana.
  11. Tieni un diario, leggi o scrivi qualcosa di edificante su di te.
  12. Medita (10 minuti)
  13. L'ora di andare a letto.

Giovanni Dienstmann - Vivi e osa

Il mio modo preferito di affrontare lo stress, l'ansia e la depressione è la meditazione.

La meditazione ci permette di rimanere radicati nel nostro corpo qui e ora, e permettere ai pensieri e alle emozioni di passare come nuvole nel cielo.

Ci concentriamo su un'ancora come il respiro, un mantra, un'immagine o uno dei chakra e con questo siamo in grado di rimanere calmi, centrati e concentrati.

La meditazione ci insegna anche a trovare le sensazioni di stress, ansia o depressione nel corpo, piuttosto che ad affrontare queste cose nella mente.

Una volta che troviamo quelle sensazioni, possiamo semplicemente guardarle senza giudizio, senza avversione, senza reagire. Basta lasciarli stare, accettare qualunque cosa si presenti.

Questo ci mette immediatamente in un luogo di responsabilizzazione; espande la nostra coscienza oltre l'esperienza di quelle emozioni negative.

Quindi possiamo semplicemente inspirare ed espirare attraverso quella sensazione e a poco a poco rilasciarla.

Affinché la meditazione funzioni davvero per te, però, è importante che tu la pratichi quotidianamente, anche se solo per 5 minuti al giorno. Ciò richiede un po' di autodisciplina, ma non deve essere difficile né confuso.

Sura – Sura flusso

L'ansia e lo stress sono il modo del nostro sistema per dire che qualcosa non va. Ma la buona notizia è che possiamo uscire da questi stati attraverso pratiche consapevoli.

Il modo in cui la meditazione può aiutarci è semplicemente permettendoci di rallentare.

Il modo per iniziare è rallentare il respiro. Quando siamo ansiosi, il respiro è solitamente veloce e corto. E insieme al respiro, anche i nostri pensieri stanno andando veloci.

Un modo semplice per rallentare l'agitazione è respirare consapevolmente più lentamente.

Una buona tecnica di meditazione che può aiutarti a rallentare è contare consapevolmente il respiro.

Puoi contare sia durante l'inspirazione che durante l'espirazione. Questo aiuterà la tua mente a rilassarsi e ad essere meno coinvolta nel dramma.

In tal modo, raggiungerai un punto in cui osservi semplicemente tutto ciò che accade senza che ciò influisca sul tuo stato interiore.

Inizierai a guardare tutto come guarderesti un film, o le nuvole nel cielo che passano, con un senso di distanza e neutralità.

Susan Shumsky – Rivelazione divina

Credo che la meditazione sia la panacea di tutti i mali: mentali, emotivi e fisici. È stato scientificamente dimostrato che riduce lo stress, l'ansia e la depressione.

Pratico e insegno un metodo di meditazione spirituale aconfessionale chiamato Divine Revelation®.

Ogni volta che mi sento a disagio, mi siedo, faccio alcuni respiri profondi, invoco un essere divino, un angelo, un maestro asceso o una divinità per nome e CHIEDO di essere portato in profondità nella meditazione.

Poi faccio qualche altro respiro profondo e mi sistemo in uno stato di pace interiore e rilassamento. Poi faccio qualcosa che le persone generalmente non fanno durante la meditazione: CHIEDO.

Faccio una domanda, chiedo guida o ispirazione, chiedo aiuto per un problema, chiedo guarigione o chiedo sollievo dallo stress.

Poi faccio un altro grande respiro profondo e faccio quello che chiamo il programma del non fare.

Ciò significa che non faccio niente, niente e meno di niente. Sono in uno stato neutrale e aperto a ricevere.

Allora la risposta o l'esperienza che ho chiesto mi viene come chiaroveggenza (una visione), chiaroudienza (come parole) o chiarosenzienza (come un sentimento).

Tutto ciò che insegno si basa su questo unico principio: chiedi e riceverai.

Carine Vloemans - Alternativa fisioterapica

Vedo le difficoltà come problemi e sfide, che possono essere risolti e passeranno.

Mi accetto amorevolmente come un essere umano che ha sia punti di forza che punti deboli, senza autogiudizio o punizione.

Il mio obiettivo non è identificarmi con i problemi, non essere assorbito ciecamente da essi, anche se senza perdere la mia compassione.

Faccio un passo indietro e osservo cosa sta succedendo, senza giudicare. Le intuizioni arrivano e scelgo di rilasciarlo.

Accettazione, fiducia nell'universo e credere in qualcosa di più grande sono le basi per me.

com'è la bilancia?

Senza quello, vivere ed essere guariti è quasi impossibile. Questo è anche quello che vedo con i miei pazienti dopo 35 anni di esperienza sul campo.

Non mi pongo obiettivi fissi nella vita, perché i risultati che arrivano con facilità e grazia sono sempre migliori e più adatti.

Quello che uso come tecniche sono la meditazione facile, le tecniche di respirazione, il Reiki, l'agopuntura, l'omeopatia, il trattamento del corpo eterico e il massaggio ringiovanente viso/cuoio capelluto/decolté.

Queste tecniche si basano sul lavoro energetico olistico, che influenza il corpo, la mente e l'anima. Alcuni di essi possono essere svolti a distanza o insegnati online.

Amanda Dobra Hope

Il mio modo preferito per affrontare lo stress, l'ansia e la depressione è innanzitutto vivere la mia vita in un modo in cui queste cose sarebbero ridotte al minimo il più possibile, e in secondo luogo fare sempre il lavoro interiore, poiché queste cose generalmente emergono come segni da mostrare me dove ho bisogno di crescere o guarire qualcosa.

Quando mi sveglio la mattina, medito (diventa più facile più lo fai e mi sento libero di farlo nel modo che funziona meglio per te) e poi pratico il diario/scrittura automatica con i miei aiutanti spirituali.

La mia meditazione mattutina mi mette in uno spazio aperto, calmo, centrato e neutro.

Da lì, è molto più facile ricevere guida dai miei aiutanti spirituali mentre scrivo e pongo loro domande sul mio percorso di vita o sulle decisioni che potrei dover affrontare.

Anche lavorare con il tuo team spirituale diventa più facile man mano che pratichi, e ci sono alcune cose da considerare quando inizi.

Mi alleno anche, prendo la luce del sole, mi diverto e faccio le cose che permettono alla mia mente di fluire in modo creativo.

Se la vita diventa straordinariamente stressante e queste cose non bastano, ricordo a me stesso che le sfide fanno parte della vita e che probabilmente sto anche crescendo e migliorando in questi momenti.

Carlee Myers – Meno stress

Il mio modo preferito per affrontare lo stress spiritualmente è attraverso il lavoro dei sogni. Sin da quando ero una ragazzina ho fatto dei sogni, buoni e cattivi.

All'inizio della mia vita, ho sofferto di un trauma infantile e, di conseguenza, ho sviluppato PTSD e ho vissuto incubi terrificanti.

Come puoi immaginare quando ero giovane i miei sogni mi spaventavano.

Non sapevo cosa significassero, semmai, e mi sentivo sopraffatto dalle narrazioni che il mio subconscio avrebbe creato. Col tempo ho capito che i miei sogni erano un dono.

I miei sogni mi permettevano di far luce su ciò che sento (nelle mie ore di veglia e di sonno) e in quale direzione devo andare nella mia vita.

Un modo alternativo per gestire lo stress è sintonizzarsi sui propri sogni. Al mattino, quando ti svegli, fai del tuo meglio per ricordare il sogno della notte precedente (punti bonus se lo scrivi) e chiediti 'qual è stata l'emozione più potente che ho provato nel sogno della notte scorsa?'.

Di solito, questa emozione evidenziata indica un'esperienza passata o presente irrisolta che potrebbe utilizzare la tua attenzione e il tuo lavoro.

Una volta identificata quell'esperienza passata o presente che ha bisogno di essere elaborata e agire per affrontarla, sei sicuro di ridurre le ansie profonde e lo stress.

Dott.ssa Sandra Thébaud – StressIntel

Il mio modo spirituale preferito per affrontare lo stress, l'ansia e la depressione è la meditazione della gentilezza amorevole.

L'amorevole gentilezza verso se stessi e gli altri può riempire il vuoto spesso causato da stress, ansia e depressione.

Al centro, si tratta di ricordare qualcosa o qualcuno che ami assolutamente. Quindi concentrati sul sentimento dell'amore stesso.

Quindi espandi quella sensazione attraverso il tuo corpo, attraverso ogni cellula del tuo corpo e poi attraverso gli spazi tra le cellule.

La ricerca ha dimostrato che praticare la meditazione della gentilezza amorevole riduce i pensieri negativi, coltiva emozioni positive e aumenta la resilienza allo stress, all'ansia e alla depressione.

Sasha Graham

Il dono di una pratica attiva dei tarocchi è semplice e profondo. I tarocchi ti tolgono i problemi dalla testa e li spalmano sul tavolo davanti a te.

Ottieni una visione a volo d'uccello di te stesso e della tua vita perché le carte fungono da specchio. Ecco cosa faccio:

Ogni mattina, mi siedo con il mio tè/caffè e il mio mazzo di carte. Mi schiarisco la testa e faccio un respiro profondo. Penso al mio giorno a venire. Creo una domanda positiva e potente basata su ciò di cui sento di aver bisogno.

Se mi sento stressato, dico, come posso alleviare lo stress nel mio corpo?' Se mi sento ansioso, dico, su cosa posso concentrarmi per tirarmi fuori da questo stato ansioso?

Se mi sento depresso, forse mi chiedo, come posso rimanere radicato nel momento presente ma fiducioso verso il futuro? Mantieni sempre la tua domanda semplice e concisa. Poi, mescolo ed estraggo una singola carta.

La prima immagine, sentimento, simbolo che mi colpisce è il mio messaggio. Scrivo il consiglio nel mio diario. Scriverlo mi aiuta a focalizzare il mio messaggio.

La magia di tirare fuori una carta dei tarocchi ogni mattina è che cambia il mio stato mentale. Questo è semplice e facile e chiunque può farlo.

Maria Cole – 7 Tarocchi

I tarocchi sono una fantastica meditazione, esercizio mentale e valutazione emotiva.

Richiede una profonda introspezione, che lo rende un modo molto proattivo per affrontare lo stress, pur essendo guidato.

Qualcosa che faccio quando mi sento ansioso, depresso o generalmente instabile è un semplice spread a quattro carte.

Scelgo il numero quattro perché in numerologia quattro rappresenta stabilità, organizzazione ed equilibrio.

Quando ci sentiamo ansiosi, è generalmente perché non riusciamo a organizzare tutti i pezzi della nostra vita e dei nostri pensieri.

L'uso del numero quattro consente a un livello di radicamento e sicurezza di abitare il tuo spazio cosciente. La pratica dei tarocchi può anche essere molto rilassante così com'è.

Dopo aver preso fiato e mischiato correttamente il mio mazzo, dispongo le mie quattro carte a forma di rombo, partendo dall'alto e procedendo in senso orario.

La carta più settentrionale è #1, la carta orientale è #2, la carta meridionale è #3 e la carta occidentale è #4. Li ho letti anche in senso orario.

La carta numero uno rappresenta la radice della tua ansia. Cosa ti spinge a sentirti a disagio?

La carta due rappresenta il futuro, o dove vorresti essere.

La carta tre rappresenta come puoi stabilizzarti e centrarti.

La carta quattro rappresenta come lascerai andare il passato.

Leggere le carte e capire come si adattano alla tua vita e come si relazionano tra loro è un modo importante per capire come entrare in uno stato nuovo, felice e senza peso.

Prendersi questo tempo per organizzare i tuoi pensieri e acquisire una comprensione dei tuoi obiettivi innati ti aiuterà a sentirti più rilassato e centrato.

La guida fornita dai Tarocchi offre anche alle persone qualcosa su cui appoggiarsi quando si sentono impotenti e serve a ricordare che l'universo ha un piano.

Questi pensieri calmanti aiuteranno ad abbandonare le paure che generalmente accompagnano la depressione.

Jamie Gill Sanchez – Tarot-blee accurato

Il mio modo preferito per affrontare lo stress o l'ansia è sdraiarmi su un tappetino riscaldato fatto di cristalli di giada e tormalina e immaginare un raggio di luce bianca che corre dalla sommità della mia testa ai miei piedi.

Immagino che raccolga vibrazioni, idee ed energie stressanti, cattive o altrimenti scomode e le rimuova.

Ci vogliono solo pochi minuti e quando ho finito mi sento riposato e molto più positivo, lucido, e il mio corpo si sente anche meglio; mi rende più capace di affrontare le sfide.

Personalmente amo i tarocchi per gli episodi depressivi perché ha la capacità di convalidare ed empatizzare che le circostanze potrebbero non essere sorprendenti, o quello che hai sperato.

Quando ti viene dato il permesso di sentirti depresso, puoi smettere di sprofondare sempre di più nella depressione perché non ti vergogni più di sentirti come ti senti.

I tarocchi hanno la capacità di illuminare i nostri schemi storici e di spiegare perché possiamo autosabotarci, scegliere relazioni malsane, procrastinare, mancare di amor proprio, eccetera.

Una volta che questi problemi che portano alla depressione sono stati evidenziati, le letture dei tarocchi ti incoraggeranno a perdonare te stesso per qualsiasi errore che potresti aver commesso, e poi ti daranno una guida passo passo per uscire dalla depressione e può farti sentire molto meno ansioso semplicemente perché ti viene concesso un maggiore senso di controllo sulla tua vita e sul tuo futuro durante questo processo.

Tuttavia, ciò che funzionerà meglio per ogni individuo varia in base alla mia esperienza.

Molti dei miei clienti sentono che le letture dei tarocchi li fanno sentire meno stressati, ansiosi e depressi perché le sessioni spesso convalidano i loro sentimenti in modo empatico.

Altri usano i tarocchi come guida su ciò che potrebbero mancare o non rendersi conto delle loro circostanze e situazioni, come fare un piano passo passo per ottenere un risultato che desiderano, per aiutarli a cambiare la loro mentalità e persino per dire loro quale la modalità spirituale funzionerà meglio per loro!

Ad esempio, alcune persone otterranno un'enorme quantità di valore da una meditazione guidata, mentre altri non trarranno molto beneficio ma possono cambiare completamente la loro vita con un diario di gratitudine, creando griglie di cristallo o tramite una guarigione energetica.

Tina Gong – labirinto

Durante le situazioni stressanti, tiro sempre fuori i miei tarocchi. Mi aiutano a combattere l'ansia e ad imparare ad affrontare meglio le realtà difficili.

Voglio sottolineare, tuttavia, che non si tratta di predire la fortuna, ma piuttosto di uno strumento per connettersi al proprio mondo interiore.

Ci stiamo tutti rivolgendo verso l'interno ora, e questo significa a volte affrontare ciò che più temiamo, ma anche cercare di capire quali sono i nostri valori, principi e sogni più cari quando tutto questo sarà finito.

I Tarocchi ci aiutano anche a raccontare storie; è un linguaggio dell'esperienza umana universale e attraverso di esso impariamo a creare narrazioni che ci aiutano e ci danno speranza per un domani migliore.

Iniziamo a vedere il quadro più ampio; dalla Torre (la distruzione delle fondamenta) troviamo la Stella (la speranza, la guarigione, il ringiovanimento).

Più ci lavori, più vedi la prospettiva più ampia.

Non posso fare a meno di sentirmi un po' più in controllo del mio mondo interiore quando lavoro con le carte.

Fanno sentire le cose tangibili. Posso tenere la Torre nelle mie mani, posso spostarle, posso spostarle.

Penso che sia così importante ora, sentirsi stabili, sicuri e radicati internamente, anche se il mondo esterno è l'esatto opposto di quello.

Tutto quanto sopra si somma a un corpo di lavoro rituale intorno alla cura di sé, all'amore di sé e al rispetto del processo di guarigione, vita e stabilizzazione in tempi incerti.

Michelle Filippo – St Johns Wishart

Per me, quando sono stressato o ansioso, medito sul Salmo 46 che inizia Dio è il mio rifugio e la mia forza, un aiuto sempre presente nei guai.

Perciò non avremo paura, anche se la terra cesserà... e poche righe dopo dice: Taci e sappi che io sono Dio.

Poi rivolgo la mia mente a un momento della storia, quando Gesù lo ha vissuto.

Quando fu sul mare di Galilea in una tempesta vorticosa che fece temere ai suoi discepoli terrorizzati che sarebbero annegati, Gesù dormì tranquillamente nella barca.

Quando i discepoli stressati e ansiosi svegliarono Gesù, lui si alzò e disse alla tempesta di calmarsi... e così fu.

Ha chiesto ai suoi discepoli Perché avevate paura? Dov'è la tua fiducia? Quando sei amico di colui che ha il controllo dell'intero universo - in modo che 'anche il vento e le onde gli obbediscano', impari che puoi rivolgerti a lui nei momenti di difficoltà e lui sarà il tuo rifugio e la tua forza.

Non è che i problemi non arriveranno più, ma che hai un rifugio in quei tempi. Mi rivolgo a quel rifugio sapendo di essere al sicuro con lui.

Jaimie Eckert

La mia confessione particolare, l'avventismo del settimo giorno, è unica tra le confessioni cristiane nella nostra affermazione della natura olistica dell'umanità.

Non crediamo in una divisione del corpo e dell'anima, come suggerivano i filosofi platonici.

La nostra antropologia si basa su Genesi 2, che descrive come corpo + respiro = un'anima vivente. Non c'è anima mistica e sottile che possa fluttuare al di fuori del corpo.

Per noi, tutto ciò che accade nel corpo e nella mente è in una certa misura spirituale e ogni esperienza spirituale ha un impatto fisico e mentale.

Nell'affrontare lo stress, l'ansia e la depressione, crediamo che Dio operi attraverso le leggi naturali che ha creato.

Un'alimentazione sana, un sonno adeguato, un esercizio vigoroso e sane connessioni sociali ci mettono in linea con questa legge.

Chiunque può seguire questi passaggi, ma tali sforzi diventare un esercizio spirituale se abbinato a una mentalità di liberazione e totale fiducia.

Mentre perseguiamo uno stile di vita sano, liberiamo l'ego e tutti i sentimenti di autosufficienza e contemporaneamente raggiungiamo Dio con totale fiducia.

Diciamo, prega e lavora, lavora e prega, e il Signore lavorerà con te.

È questa combinazione di azione positiva e dipendenza infantile che ci libera dal peso dell'ansia e dello stress.

Nate Battaglia

In qualità di ministro cristiano ordinato, il mio approccio più efficace per affrontare le avversità e allo stesso tempo respingere l'ansia e la depressione è attraverso azioni di contromisura.

La nostra fede crede nell'inquilino di pregare senza sosta.

La preghiera, per me, è una conversazione con qualcuno, che conosco come Dio, con cui ho una relazione, non un rituale o una formalità provata.

Detto questo, la mia preferenza è iniziare la mia conversazione ogni mattina ringraziando.

In tempi di crisi profonda, dico letteralmente grazie ad ogni passo che faccio a partire dal momento in cui il mio piede tocca per la prima volta il pavimento.

Lo pratico finché non sento un senso di gratitudine, non importa quanto tempo o quanti passi ci vogliono.

Da lì, mi assicuro intenzionalmente che la prima cosa che leggo sia una scrittura positiva e rassicurante.

Ho diversi preferiti che mi ricordano che Dio è la mia forza quando sono debole e stanco, il mio scudo di protezione dal male e il mio fornitore di tutti i miei bisogni.

Questo approccio mi ricorda l'importanza critica della fede e il mio impegno per essa.

In poco tempo, sperimento sempre, in ogni caso, quella pace di Dio che supera ogni comprensione, bandendo la paura, l'ansia, lo stress e la depressione.

Questa pratica viene ripetuta quotidianamente per mantenere quella pace e quella leva come deterrente efficace contro gli impatti negativi della vita sulla salute mentale.

Michele Lefler – Meditazione della Luna Vivente

Non so se posso dire che ho davvero un modo preferito per affrontare lo stress, l'ansia e la depressione. Uso diverse tecniche e ognuna ha i suoi meriti.

Uso quello che mi sembra giusto al momento. Due delle tecniche che uso più spesso sono la preghiera/meditazione e l'auto Reiki.

Faccio insieme preghiera e meditazione perché, per me, vanno di pari passo.

La preghiera è quando espongo il mio cuore al Divino, e la meditazione è quando divento calmo e immobile e ascolto che il Divino mi parli.

Utilizzo vari strumenti insieme alla preghiera e alla meditazione. Accendo spesso candele durante la preghiera.

Uso colori diversi per abbinare tutto ciò che cerco o spero di ricevere indicazioni.

Uso le candele anche per la meditazione quando non cerco nulla di specifico. Mi piace usare la fiamma per aiutare a cadere in uno stato di trance meditativo.

Uso spesso anche rosari/mala durante la preghiera e la meditazione per concentrare la mia mente.

Oltre a questi, mi do spesso Reiki o cerco trattamenti da altri praticanti.

Damon Nailer – Vivere Amare Leader

Poiché lo stress, l'ansia e la depressione sono tutte emozioni negative, per me la pratica migliore e più efficace è una combinazione di preghiera, digiuno e meditazione.

A partire dalla preghiera, questo metodo invoca il soprannaturale e porta l'assistenza divina perché mostra a Dio che lo riconosci e che dipendi da Lui per ricevere aiuto.

Inoltre, quando preghi puoi rilasciare a Lui quei sentimenti preoccupanti, permettendoti di essere liberato da quei fardelli.

Successivamente, la pratica del digiuno ti consente di controllare/sopprimere le tue emozioni mentre ti consente di distaccarti spiritualmente dalle fonti che le causano.

Il risultato è che superi quei sentimenti negativi e provi pace dentro di te.

Inoltre, la combinazione di preghiera/digiuno crea un potente slancio ed energia nella tua mente, spirito e anima che sopraffà qualsiasi pensiero e sentimento tossico e scoraggiante.

Ultimo, ma non meno importante, la meditazione ti aiuta a elevare il tuo stato mentale e a concentrarti su cose positive, che impediranno alla tua mente di riflettere e di essere preoccupata da pensieri negativi.

Tutto sommato, durante il mio viaggio spirituale, l'utilizzo di queste tre potenti pratiche insieme si è dimostrato efficace e di successo nel farmi vincere su stress, ansia e depressione.

Keith Kristich

Uno dei grandi doni della preghiera contemplativa e della meditazione è il risveglio al fatto fondamentale che non sei i tuoi pensieri.

La nostra cultura stimola le nostre menti così piene di pensieri ed emozioni che la maggior parte di noi non ha mai la possibilità di sbirciare dietro le quinte l'io più profondo del nostro io più intimo.

Ma quando lo fai, la realtà spirituale è chiara: c'è un immutabile senso di sé che è intoccabile dal contenuto in continua evoluzione della mente e delle emozioni.

Mi viene in mente una breve storia, Prima dell'illuminazione soffrivo di ansia. Dopo l'illuminazione ero ancora in ansia, ma non mi identificavo più con la mia ansia.

La lezione spirituale è semplice: il contenuto della tua esperienza potrebbe non cambiare molto, ma attraverso la preghiera e la meditazione regolari, possiamo spodestare il piccolo io dell'ego e imparare a vivere nel tuo vero sé, quella parte di te che è intoccabile dalla mente e dalle emozioni in continuo cambiamento.

Smettila di dire I. Inizia a dire IT.

Se stai cercando un suggerimento bonus, inizia a sostituire la parola I con la parola It. Smetti di dire 'Io' sono stressato, 'Io' sono ansioso e dì invece: 'È stressato', 'È ansioso'.

In questo modo non ti identifichi più con l'emozione o il modello di pensiero, ma ne esci. Puoi quindi entrare nel senso più profondo di te stesso per scoprire cosa c'è dentro di te che è così stressato, ansioso o depresso.

Questi sono solo stati mentali transitori: fluttuazioni della mente e delle emozioni. Non sono chi sei veramente.

Vai avanti, prendi un pennarello e scrivilo sulla tua mano in grandi lettere in grassetto per ricordarti di iniziare a dirlo e di smettere di identificare la tua autostima con i tuoi pensieri e le tue emozioni.

Girish Dutt Shukla

Pregare con la convinzione che ci sia un potere superiore che è super intelligente e super benevolo induce uno stato in cui si accetta che c'è una via d'uscita dallo stress paralizzante, dall'ansia e dalla depressione.

Le preghiere ti fanno credere che non puoi vincere la battaglia da solo e ti rendono ricettivo all'aiuto e al sostegno.

Le preghiere o stati simili alla preghiera hanno dimostrato di produrre compassione, empatia e amore non solo verso gli altri ma anche verso noi stessi.

La preghiera può avvenire in diverse forme come la meditazione, l'ascolto di musica dolce e piena di sentimento, la lettura di libri di ispirazione e persino la scrittura di un diario.

L'elenco è infinito e si può provare uno o un misto di cose per trovare la pace.

L'obiettivo è prendersi un momento, riflettere, guardare dentro di sé e trovare ciò che è veramente importante nella vita.

Pregare non farà miracoli, ma ti darà la forza per affrontare i miracoli che non accadono.

La situazione non cambia, tuttavia, il modo in cui la guardi cambia.

Ash Johns

Quando diventiamo stressati, ansiosi e depressi, questi sono sintomi di una più grande malattia di sentirsi fuori controllo e impotenti, ma quando ricordiamo che siamo sempre in un limbo in questa vita, che la vita stessa è in equilibrio e vissuta meglio quando ci sentiamo a nostro agio nell'essere a disagio, possiamo invocare calma e comprensione nelle nostre menti, corpo e spirito.

Amo (e consiglio) creare un rituale quotidiano di preghiera/conversazione con i tuoi antenati, anche se non li conosci.

Pronuncia solo alcune brevi parole di gratitudine e confida che le loro vite siano onorate attraverso le tue e che ti benedicano per stare bene.

Il prossimo è creare uno spazio sacro, o meglio eliminare il disordine e rendere gli spazi in cui abitiamo spiritualmente freschi e piacevoli.

Quando siamo in una forte energia, di solito non siamo motivati ​​a pulire o riordinare, il che aiuta i sentimenti che stiamo vivendo.

Accendi una candela profumata, fai scorrere un po' di musica, apri le persiane e affronta quella pila di biancheria o quella montagna di piatti.

Lodati per averlo fatto dopo e riposati.

Ogni pratica spirituale richiede il supporto e le energie degli Spiriti Elementali: acqua, terra, aria e acqua.

Guarda come puoi essere creativo nell'invocare uno spirito di apprezzamento e calma con questi. Forse un bagno caldo e intenzionale? O curare il giardino di casa?

Dott. Andrea Shakarian – La tua scelta è leggera

Ecco i tre modi in cui mi piace ridurre lo stress:

1) Mi piace scaricare lo stress ascoltando brani di autoipnosi su come mitigare l'ansia e calmare la mente.

L'ipnosi è un ottimo modo per rilassare facilmente ed efficacemente il corpo e la mente in modo che il tuo subconscio possa assorbire i suggerimenti per lasciar andare i pensieri paurosi o preoccupanti e sostituirli con pensieri di conforto e certezza che tutto andrà bene.

2) Mi piace anche tirare fuori le mie carte dell'oracolo e, dopo una rapida mescolata, fare una domanda all'universo e alla mia squadra di spiriti che potrebbe essere nella mia mente.

Quindi tiro da una a tre carte e interpreto i loro messaggi mentre ascolto i miei segnali di chiaroudienza dalle mie guide.

Questo processo è sempre rassicurante e rafforza istantaneamente la mia fede e mi dà un senso di pace e conforto.

3) Terzo, trovo calmante tirare fuori la mia Bibbia e dire una preghiera chiedendo a Dio di guidarmi verso il passaggio appropriato che mi darà conforto e guida.

Quindi apro la Bibbia e mi rivolgo a qualsiasi passaggio su cui atterra e so che questo messaggio mi è stato portato divinamente.

Questo processo mi mostra che un potere più grande di me conosce le mie preoccupazioni e sa di quale messaggio ho bisogno per seguire quelle preoccupazioni e ristabilire un senso di pace nella mia vita.

Melanie Lupo

Il mio modo spirituale preferito per affrontare lo stress, l'ansia e la depressione (che è il modo in cui sono entrato in questo campo per cominciare) è prima di tutto meditare, lasciare che il mio cervello si calmi e portare la mia attenzione a sentire semplicemente il mio respiro.

Ciò consente al mio pensiero eccessivo di passare in secondo piano e lascia spazio al mio sé superiore e all'intuizione.

L'auto-reiki ha un effetto simile in quanto rallenta il mio sistema nervoso, calma l'ansia e mi permette di rilassarmi.

Una volta che ciò accade, la paura e l'incertezza iniziano a dissiparsi, permettendomi di concentrarmi sull'idea che l'universo farà ciò che è per il bene più alto di me stesso e di tutte le cose e posso fidarmi che starò bene.

Posso controllare cosa faccio, quali azioni intraprendo e come rispondo, e il resto è quello che è. È confortante, calmante e si dimostra vero ogni volta!

Shin-Di Cynthia Lai

La Medicina Tradizionale Cinese ha radici nella spiritualità. Come praticante, è importante per me mettere in pratica ciò che predico.

In Medicina Cinese, quando siamo uno con noi stessi, siamo uno con la natura e uno con l'universo. Questo è ciò che consente il massimo equilibrio.

Quindi, per farlo, mi piace dirigere la nostra attenzione e intenzione verso l'interno. Perché quando siamo radicati e radicati in noi stessi, siamo radicati e radicati nel mondo.

Più siamo felici e contenti, più il nostro mondo lo riflette.

Quindi, invece di cedere al rumore opprimente del mondo esterno e talvolta a quel rumore nelle nostre teste, mi piace semplicemente fare il check-in con domande facili come:

Come sto adesso? Come mi sento? È questo che voglio? Cosa mi farebbe sentire al sicuro?

Cosa mi farebbe sentire amato? Qual è qualcosa di divertente che posso fare per me stesso? Come posso essere più gentile e gentile con me stesso?

Fai la conversazione su noi stessi e meno su ciò che pensa il mondo esterno e su ciò che dicono i nostri giudizi.

Con il tempo e la pratica, sviluppiamo una relazione amorevole e sana con noi stessi. Valiamo i nostri sforzi.

Fernanda Sarmento - Pensandoci dentro

La mia tattica non convenzionale preferita per affrontare lo stress, l'ansia e la depressione è affondare la testa (a faccia in giù) in un cuscino e urlare.

Viviamo in una società che reprime i suoni e mette troppa pressione su ciò che parliamo, ma usare la nostra voce per urlare le tue emozioni è un modo potente per lasciar perdere.

E il cuscino farà in modo che il tuo vicino non senta il suono (non vogliamo che nessuno abbia paura).

Non fraintendetemi, la meditazione e il guardarsi dentro è fantastico e consigliato (lo faccio tutti i giorni), ma a volte sottovalutiamo il potere di un significativo rilascio di energia. Urlalo, tesoro!

Shelly Wilson

Come esseri spirituali che hanno un'esperienza di vita umana, la nostra energia può disperdersi, il che a sua volta può evolvere in sentimenti di stress, ansia e sopraffazione.

Prendere atto della nostra salute fisica e del nostro benessere mentale/emotivo è essenziale.

Questi sono cinque consigli per affrontare quando ci si sente stressati, ansiosi o depressi:

  1. Sii presente nel momento.
  2. Pratica una buona igiene energetica rimanendo radicato e centrato.
  3. Respira consapevolmente e intenzionalmente.
  4. Concentrati sullo Zen e raggiungi la pace interiore.
  5. Scegli di rispondere piuttosto che reagire a circostanze esterne.

Di gran lunga, diventare consapevoli di dove tendiamo a risiedere energeticamente è molto importante.

Essere presenti implica vivere il momento piuttosto che concentrarsi sul futuro o dimorare nel passato.

Concentrati sul vivere, essere e respirare nel momento. Essere presenti implica anche essere presenti con coloro che sono in tua presenza.

L'elemento del tempo è significativo, ma può anche essere restrittivo, quindi sii qui ora.

Kat Courtney – Dopo Life Coach

Lavoro con la massiccia intensità di stress e ansia attraverso un processo che chiamo permesso radicale.

Queste emozioni non prendono il sopravvento su di noi quando impariamo ad accettare completamente e ad avere fiducia che viverle fa parte dell'essere umani.

Per creare questa autorizzazione, gioco a un gioco che chiamo Shadow to Light. Se provo ansia, mi chiedo qual è il contrario di ansia? Per me, la risposta è serenità.

Confido che tutto sia in equilibrio, quindi se provo un attacco selvaggio di paura, so che mi sta aspettando un'esperienza profondamente profonda di pace.

Comincio accettando l'ansia, dando a me stesso il pieno permesso di sentirla, scrivendola, cantandola, facendo qualsiasi azione basata sulla cura di sé che ho bisogno di fare perché si muova e si liberi.

Allora invoco l'energia della pace. Medito su questo con una forte intenzione.

Come un vero alchimista, alla fine (e talvolta immediatamente!) trasmuterò l'energia dell'ombra in qualcosa che apprezzo e mi diverto profondamente.

Pipaluk Weinhold Andersen – Universo Pipaluk

L'unico modo per liberarsi da una tentazione è cedervi. Resisti, e la tua anima si ammala di nostalgia per le cose che si è proibita...

  • Oscar Wilde, Un ritratto di Dorian Gray

Come con la tentazione, così con l'ansia.

In effetti, è con tutto ciò che è dentro di noi che cerchiamo di negare o di sbarazzarci di noi stessi.

Attualmente ci troviamo in una situazione che sta influenzando la vita umana su scala globale. C'è incertezza che arriva da tutte le direzioni e nessuno sa bene se e come arriverà la conclusione.

Molti si sentono ansiosi, e molti di quelli sensibili, oltre a questo, sentono l'ansia degli altri. Sebbene molti stiano trovando più tempo per rilassarsi, il peso emotivo di tutto ciò non è da sottovalutare.

C'è una pratica che mi piacerebbe condividere con te nell'affrontare l'ansia o qualsiasi emozione spiacevole: benvenuto! Di Ciao! Eccoti.

Un mio insegnante ha fatto un ulteriore passo avanti e mi ha offerto di prendere la mia ansia, le mie paure, di uscire con un appuntamento e di essere l'ospite migliore che posso essere.

Il risultato? Si addolcì, divenne meno ansioso, meno timoroso. Abbiamo avuto una conversazione. Ci siamo goduti la primavera insieme e abbiamo imparato che se piantiamo fiori possiamo rilassarci e trovare chiarezza.

Ti invito a sfogare la tua ansia con un appuntamento. Sii un eccellente padrone di casa. Comunica, accoglilo. Offrigli amore. Nel processo scoprirai cosa può aiutare entrambi.

James Gray Robinson

Lo stress e l'ansia sono solitamente causati dalla paura del futuro e dal desiderio che le cose siano diverse.

Quando siamo spaventati e abbiamo paura, tendiamo a respirare superficialmente sotto tensione.

Quando non respiriamo correttamente, non arriva abbastanza ossigeno alla nostra corteccia frontale, inizia a spegnersi e iniziamo a usare il nostro cervello primario per funzionare.

A volte chiamato il nostro cervello limbico o cervello rettile, è solo in grado di combattere o fuggire, il che intensifica i sentimenti di panico e terrore.

Il modo più efficace per evitare di spegnere la corteccia frontale è respirare correttamente.

Ci sono molte meditazioni sulla respirazione che aiutano ad aumentare l'ossigeno che scorre alla corteccia frontale e ci permettono di ragionare e razionalizzare le nostre circostanze senza combattere o fuggire.

Le migliori meditazioni ci costringono a riempire il fondo dei nostri polmoni e poi espellere completamente tutto il respiro.

Uno, in particolare, inspirando contando fino a quattro ed espirando contando fino a otto (e ripetendo) ha l'ulteriore vantaggio di stimolare i nervi vaghi.

I ricercatori hanno scoperto che la stimolazione dei nervi vaghi riduce lo stress, rilassa il nostro corpo, gli organi e i sintomi nervosi.

Quindi non solo la rotazione di 4/8 respiri fornisce più ossigeno alla corteccia frontale, ma stimola i nervi vaghi realizzando un ulteriore sollievo dallo stress.

Kelly Kandra Hughes - Norfolk Chiesa di Cristo

Il mio modo preferito per affrontare lo stress, l'ansia e la depressione è passare del tempo con un cane.

C'è un motivo per cui Dio e il cane condividono le stesse lettere, e credo che sia perché i cani sono l'incarnazione vivente dell'amore incondizionato di Dio per noi.

Sono creature intelligenti e sensibili e modellano così tante importanti lezioni di vita.

Com'è meraviglioso essere in grado di lasciar andare tutto ciò che sta accadendo nel mondo intorno - la pandemia, l'incertezza, l'insicurezza - e semplicemente prendere ogni momento come un dono.

Perché è così che un cane guarderebbe questi momenti. Questi momenti sono opportunità di compagnia, lealtà e gioco.

Trascorrere del tempo con un cane significa vedere questi momenti in tempo reale e ricordare il grande amore di Dio per noi. Noi, che siamo gli amati figli di Dio.

Bonnie sfoga

Mantenere un senso di equilibrio interiore durante i periodi di caos nel mondo esterno è vitale.

Il mio metodo preferito sono le passeggiate nella natura con il mio cane.

Anche sotto gli attuali vincoli governativi, le persone sono incoraggiate a uscire e fare un po' di esercizio.

Camminare è qualcosa che la maggior parte delle persone può fare. L'osservazione della natura fornisce una base naturale e un senso di calma.

È meraviglioso da usare per concentrarsi su quali problemi sono sotto il nostro controllo e quali no.

Potresti non essere in grado di abbracciare le persone in questo momento, ma puoi abbracciare un albero e i tuoi animali domestici e ricevere conforto e un senso di calma.

Inoltre, ricorda di respirare profondamente.

Dott.ssa Carla Marie Manly

In generale, la mia attività meditativa preferita è fare una passeggiata o un'escursione nella natura.

Sebbene mi piaccia assolutamente lo yoga per la sua salute e i suoi benefici spirituali, nulla riduce l'ansia e lo stress per me in modo così potente come una passeggiata.

Quando cammino all'aperto, ho una profonda connessione con il Divino e uno spazio sacro che si sente fresco, libero e senza limiti.

E, mentre cammino, spesso mi sembra di lasciare preoccupazioni e problemi nel passato.

Anche se a volte ascolto musica o un podcast mentre cammino, le mie passeggiate preferite sono quelle piene di nient'altro che i suoni della natura e il mio senso di sentirmi connesso a tutto ciò che è intorno a me e dentro di me.

Dott.ssa Elisabetta Lombardo

Il mio modo spirituale preferito per affrontare lo stress, l'ansia e la depressione è fare una passeggiata all'aperto.

È stato dimostrato che l'esercizio è un potente antidepressivo che rilascia sostanze biochimiche che riducono anche l'ansia e lo stress.

Ed essere nella natura è un modo potente per eliminare lo stress.

Inoltre, quando esco a piedi, trovo che il mio intuito diventa più forte.

Nadia Agarwal – Scuola Vinyasa Yoga

Per me personalmente, mi rivolgo allo yoga e alla meditazione.

Lo yoga ha molti vantaggi che possono avere un impatto positivo sulla salute mentale di una persona e ridurre lo stress.

Fondamentalmente lo yoga mira a legare il corpo, la mente e le emozioni in modo che possano lavorare collettivamente per creare una vita equilibrata e un sano senso di salute mentale.

Lo yoga crea un effetto positivo sulla salute mentale attraverso 3 approcci:

Pranayama, Asana e meditazione.

PRANAYAMA:

Descritto liberamente come controllo del respiro, il pranayama ci insegna diverse tecniche di respirazione per ottenere una serie di effetti desiderati.

Questi effetti hanno un impatto sul sistema nervoso e possono avere un effetto prolungato sul corpo.

Diverse tecniche favoriscono l'attivazione del Sistema Nervoso Parasimpatico (SNP), rallentando la frequenza cardiaca e calmando la mente.

Gli studi dimostrano che un effetto calmante sul SNP riduce i livelli di stress all'interno del corpo e aiuta a creare effetti di lunga durata sulla mente.

ASANA:

Il lato fisico dello yoga, che richiede movimento nel corpo, può alleviare la sensazione di essere mentalmente bloccato o congelato.

Passando attraverso una sequenza prestabilita fornita da un insegnante di yoga, il corpo può iniziare a rilasciare la tensione muscolare e aumentare il flusso sanguigno in tutto il sistema - questo fornisce un senso di elevazione al corpo fisico che può avere un effetto a catena sulla mente.

Unirsi a una classe di gruppo e fluire insieme può fornire un senso di comunità e collettivismo con un impatto positivo non solo sull'individuo ma anche sul gruppo generale: questo senso di 'appartenenza' può alleviare i sentimenti di solitudine o di essere disconnessi.

MEDITAZIONE:

La mediazione ci chiede di rivolgere la nostra attenzione verso l'interno, portarci nel presente e sederci con consapevolezza su qualunque cosa si presenti senza reagire in alcun modo.

Questa pratica, se fatta nel tempo, si fa strada dalla nostra meditazione e nella nostra vita quotidiana, aiutandoci a gestire le nostre risposte nella nostra vita quotidiana in modo da poter rispondere alla vita con un approccio più ponderato rispetto alla reazione.

Questa consapevolezza di sé può aiutarci ad attingere alle nostre emozioni prima che diventino catalizzatori di stress, ansia o attacchi di panico; può anche aiutarci a valutare lo stress percepito rispetto allo stress reale e a realizzare la differenza tra i due.

Avvolgendo il tutto insieme

Uno studio, pubblicato sull'American Journal of Psychotherapy, è stato condotto su 27 pazienti psichiatrici di età compresa tra 15 e 50 anni che soffrivano di ansia e non avevano risposto bene ai trattamenti precedenti.

Il risultato ha mostrato che una combinazione di asana, pranayama e meditazione ha ridotto significativamente l'ansia misurata dalla Taylor Manifest Anxiety Scale.

Melissa Drake – Influenza senza corpo

Non siamo fatti per fare la vita da soli, insensibili e nelle nostre teste. Invece, dovremmo essere ravvivati, gioiosi e guidati dall'Universo alla nostra massima eccitazione.

La danza è stata così parte integrante del mio recupero dalla depressione e dall'ansia, che ho pubblicato un libro che descrive in dettaglio la danza e la comunità come la medicina che mi ha guarito.

La danza è anche la pratica che mi aiuta a liberare lo stress, la preoccupazione e l'incertezza accumulati. Mi sono avvicinato alla danza come pratica spirituale per caso.

Inizialmente, sono andato al club per stare tra amici e divertirmi. Col tempo mi sono resa conto di quanto spirituale fosse per me la pratica della danza.

La danza è diventata così importante per me che sono andata al club da sola e ho ballato senza alcol nel tentativo di scrollarmi di dosso le preoccupazioni della settimana.

Quello che ho imparato attraverso questo processo è il modo in cui la danza mi tiene presente, con i piedi per terra e nel mio corpo. Questa è la base della maggior parte delle pratiche spirituali, inclusa la meditazione.

La danza per me è una meditazione in movimento. In genere è anche un'attività che viene svolta in comunità con gli altri.

A causa del distanziamento sociale, ho iniziato a organizzare feste da ballo virtuali infrasettimanali , condividere questa pratica spirituale mentre ci si connette e si balla con amici e sconosciuti.

Shelley Meche'tte

Uno dei miei modi preferiti per affrontare spiritualmente lo stress o l'ansia è concedere una pausa alla mia mente.

Quando si ha a che fare con qualsiasi tipo di disturbo mentale, è estremamente importante essere in grado di separarsi da ciò che sta causando quel disturbo, anche se solo per un breve momento; per la rifocalizzazione.

Ho scoperto che un ottimo modo per rifocalizzarsi in questi momenti è ascoltare musica gospel edificante.

Canzoni che parlano del futuro di Dio per me, di come Egli è con me, anche in mezzo alla tempesta, canti di gioia e di trionfo.

Questo aiuta a distogliere l'attenzione dal presente... permettendomi di reindirizzare la mia attenzione a Dio.

Cantare le lodi di Dio permette alla Sua gioia, pace e conforto di raggiungermi.

Mi dà anche la possibilità di rilasciare fisicamente la tensione che potrei aver rifiutato di lasciar andare... AKA... PIANGERE... pianto a tutto tondo, che è un rilascio tanto necessario.

Poter sedere alla presenza di Colui che non cambia mai è la verità più solida a cui posso aggrapparmi.

Ed essere in grado di inghiottirmi in canzoni che mi permettono di rimanere in quella presenza nei momenti difficili... non ha prezzo!

Joanna Ziemlewski - Scaping dell'anima

Il mio modo preferito per trasformare lo stress e l'ansia è con la musica.

La musica giusta può aiutare a rallentare i miei pensieri e portarmi all'energia di cui ho bisogno in un istante.

A volte la musica di cui ho bisogno è leggera, ambient o classica per aiutare a rilassare il corpo e la respirazione.

A volte è necessaria una festa da ballo, con i tipi di canzoni che puoi cantare a squarciagola con l'anima e far muovere il tuo corpo.

Un'espressione completa del corpo e dello spirito.

perché il numero 666 è malvagio?

Anche se sento che i miei pensieri sono fuori controllo, la canzone giusta può aiutarmi a sentire di nuovo più certezza.

Ogni volta che mi sento perso, la musica mi riporta di nuovo a me.

Nicole Starbuck

Il mio modo spirituale preferito per affrontare lo stress, l'ansia e la depressione è attingere al mio intuito e riallinearmi con il mio sé superiore.

Quando mi sento ansioso, stressato o depresso, è perché non sto realizzando il mio scopo e non sono fedele a me stesso.

Prendendo una pausa dalla routine quotidiana e trascorrendo del tempo con me stesso (prendendo un diario, meditando o facendo una passeggiata), sono in grado di tagliare il rumore e ascoltare ciò che il mio intuito sta cercando di dirmi.

Spesso il messaggio è rallentare, riposare o cambiare marcia. Quando mi prendo un momento per ricordare il mio vero scopo nella vita, mi rendo conto che ciò che sto facendo o per cui mi sto stressando non è allineato con il mio vero sé.

Questa realizzazione mi libera da qualsiasi aspettativa autoimposta di continuare sul mio percorso attuale e mi dà la libertà di fare invece ciò che è meglio per me.

Ad esempio, la mia missione nella vita è diventare la migliore versione di me stesso per aiutare gli altri a diventare la migliore versione di se stessi.

Quindi, se sono preoccupato per qualcosa che non è in linea con quella visione, posso lasciarlo andare e quindi lasciar andare lo stress, l'ansia e la depressione associati.

JJ DiGeronimo

Quando sono turbato, depresso o pieno di ansia, è spesso quando la mia testa e la mia mente chiacchiero si concentrano troppo sul passato o si preoccupano per il futuro.

Ho imparato che devo rallentare, sia fisicamente che mentalmente, il che richiede pratica.

Essere presente è davvero uno dei doni più grandi che mi sono fatto e uso questa semplice scansione del corpo per far fronte alle mie difficoltà:

La mia scansione del corpo inizia sentendo i miei piedi per terra. Con questa attenzione, divento consapevole di come il mio peso è distribuito su ciascun piede, poiché mi tengono in posizione eretta.

Quindi, visualizzo l'energia che sale dalla Terra nei miei piedi e poi nelle mie gambe, passando attraverso ogni parte del mio corpo fino a quando l'energia raggiunge la sommità della mia testa.

Quando raggiungo visivamente la sommità della mia testa, si apre, connettendosi con un raggio di luce dall'alto.

Questa luce bianca brillante è bella e traslucida. Riempie ogni centimetro del mio corpo di luce bianca e amore dall'alto attraverso la corona della mia testa fino ai piedi e illumina persino il terreno intorno a me.

Questa pratica visiva mi ricorda che non sono solo perché sono parte del magnifico Universo, fornendomi la pace interiore che spesso lava via le mie aspettative e paure.

Terri Jay

La ricerca ha dimostrato che entrare nella gratitudine cambia istantaneamente la chimica del cervello. La depressione è dolore. Il dolore è un'indicazione che è necessario apportare un cambiamento.

Pensa a mettere la mano su un fornello caldo. Non ti ci vorrà molto tempo per decidere di togliere la mano. La Legge di Attrazione è il modo migliore e più veloce per migliorare la tua vita.

I pensieri sono cose e i pensieri diventano cose. Se possiamo imparare a controllare i nostri pensieri e consentire solo pensieri positivi e felici, allora possiamo ridurre al minimo e persino sradicare i pensieri e i sentimenti negativi che causano depressione, ansia e stress.

Consiglio vivamente Evolve Your Brain del Dr. Joe Dispenza. È disponibile in un libro e in un video su YouTube.

Una volta che impari come funziona il cervello, diventa più facile catturare te stesso prima di permettere ai pensieri e ai sentimenti negativi di proliferare.

Consiglio anche di scrivere tutte le cose che ti danno fastidio e di bruciare semplicemente la carta. Il 99% di ciò di cui ci preoccupiamo non si concretizza comunque.

Kim Julen - Trovare le tue Figi

Questi sono i miei cinque modi migliori per ridurre lo stress e aumentare la tua vibrazione energetica:

1) Muovi il tuo corpo: balla la tua canzone preferita, fai esercizi di yoga o semplicemente rimbalza sui talloni (questo è ottimo per il tuo sistema linfatico).

2) Cammina per la tua città o il tuo quartiere come se fossi un turista.

Cosa noti?

Cosa c'è di unico in questa zona?

Cosa ti piace veramente (i colori, l'architettura o anche l'immobilità)?

3) Parla con i tuoi angeli.

Prendi il tuo diario e scrivi una domanda che hai avuto in mente.

Quindi, medita per 11 – 22 minuti (gli angeli adorano i magici numeri doppi).

Immediatamente dopo la meditazione prendi il tuo diario e la penna e inizia a scrivere liberamente la loro risposta. È importante non censurare e scrivere semplicemente tutto ciò che sta arrivando.

4) Prepara la tua tazza di tè o bevanda calda preferita e siediti (preferibilmente fuori) e ascolta semplicemente i suoni intorno a te.

5) Gioca a un gioco da tavolo con gli altri o anche da solo (giocando da entrambe le parti). Questo fa concentrare la tua mente sul compito da svolgere e puoi provare diverse strategie con ogni mano (se giochi da solo).

Due dei miei preferiti attuali sono Splendor e Azul (originale o padiglione estivo.)

Trang Pham-Nguyen – Il negozio di guarigione felice

Di solito le persone sensibili alle energie forti o negative di altre persone intorno a loro sono più inclini a stress, ansia o depressione.

Per aiutare in questo, ti consigliamo di utilizzare lo spray Sage o Palo Santo per purificare il campo energetico che li circonda, sia in ufficio, in auto o a casa.

Poi ci sono una varietà di abitudini quotidiane o settimanali che puoi impostare per te stesso come fare l'auto-reiki guarigione per calmare il sistema nervoso, fare un caldo bagno di sale Epsom che purifica il tuo campo di aura e meditare per soli 10 minuti al mattino giusto quando ti svegli o subito prima di andare a letto la sera.

Per migliorare queste esperienze, puoi utilizzare oli e cristalli per aromaterapia che hanno proprietà calmanti come ametista, tormalina nera, onice e quarzo fumé, lepidolite, occhio di tigre, quarzo rosa o calcite blu.

I modi per incorporarli nella tua routine includono: tenerli tra le mani mentre mediti, posarli sul tuo corpo durante il reiki, infilarli sotto il cuscino mentre dormi la notte o gettarli nei tuoi bagni di sale.

Heather Askinosie - Musa dell'energia

I cristalli portano dentro di loro l'energia della Terra e quando li metti sul tuo corpo, ti connetti a quell'energia che può essere un potente radicamento e rivitalizzazione.

Esistono molte tecniche diverse, ma eccone una semplice che puoi seguire:

Usando i cristalli di quarzo, posizionane 1 sopra la testa, 1 su entrambi i lati delle braccia e uno sull'addome

Usando i cristalli di ametista, posizionane uno sulla fronte e uno in ogni mano

Usando i cristalli di onice nero, posizionane uno per la pianta di ciascuno dei tuoi piedi
Usando un cristallo di quarzo rosa, posizionalo sull'addome

I cristalli di ametista sul chakra della fronte e nelle tue mani stabilizzano, radicano e calmano e incoraggiano il flusso di energia al chakra della corona.

I cristalli di onice nero assorbono e rilasciano le energie negative.

I cristalli di quarzo rosa bilanciano lo yin e lo yang e ringiovaniscono.

I cristalli di quarzo trasparente disintossicano l'aura e i chakra portando armonia e chiarezza.

Attiva questi cristalli usando la sequenza sopra, chiudendo gli occhi e inspirando ed espirando profondamente mentre rilasci lo stress e la tensione che potresti avere.

Rimani in questo stato di profondo rilassamento per almeno 8-10 minuti. Fallo per tutto il tempo e tutte le volte che ritieni opportuno!


Grazie mille a tutti gli esperti che hanno contribuito a questa raccolta di esperti!

Per tutti voi che state cercando di far fronte a stress, ansia e depressione, spero che ora sia più facile per voi farlo.